BENVENUTI nell’oasi della nitticora

Istituita con le leggi regionali n. 26 del 1987 e n. 97 del 1989, la Riserva Naturale Controllata Lago di Penne si estende per 150 ettari, con una fascia di protezione esterna che supera i 1000 ettari.
La Riserva è gestita da un comitato, con il Comune di Penne, il Consorzio di Bonifica Centro ed il WWF Italia; il Comune ha inoltre incaricato, per la gestione operativa e tecnica, la cooperativa COGECSTRE.
Grazie ai numerosi progetti realizzati, l'area protetta vestina rappresenta oggi un importante progetto di sviluppo sostenibile a livello europeo.

Le tappe più significative in questa piccola area protetta risalgono agli anni 80, quando un gruppo di giovani naturalisti iniziarono ad occuparsi della tutela del bacino artificiale. Nel 1985 l'Amministrazione provinciale di Pescara istituì a Penne un'Oasi di Protezione della fauna, vietando l'attività venatoria.

La Riserva è un importante luogo di sosta e di riproduzione dell'avifauna stanziale, di passo e nidificante. La Nitticora (Nycticorax nycticorax), che è anche il simbolo dell'area protetta, da diversi anni nidifica nella zona umida della Riserva.
Nella Riserva sono state avviate alcune importanti iniziative di conservazione della fauna, tra le quali il Progetto Lontra del WWF Italia, con la realizzazione sulle rive del lago di Penne di un centro di riproduzione e di educazione del rarissimo mustelide.

Il Lago di Penne è un invaso artificiale di circa 70 ettari creato per scopi irrigui e alimentato dal fiume Tavo e dal torrente Gallero, provenienti dal gruppo montuoso del Gran Sasso.

© 2020 COGECSTRE Soc. Coop. p.a. tel. 085 8270862 - C.da Collalto, 1 - 65017 Penne - Pe